Orizzonte Catania campione d'Italia: seconda stella per le rossazzurre!

VENTESIMO SCUDETTO
La tanto agognata seconda stella è arrivata: l’Orizzonte Catania è campione d’Italia ad otto anni di distanza dall’ultimo tricolore. Nella finalissima dei play-off della Serie A1, disputata fra le mura amiche, le ragazze di Martina Miceli e Tania Di Mario hanno superato per 6 a 3 un’agguerrita SIS Roma conquistando l’attesissimo scudetto, il ventesimo della gloriosa storia del club etneo. Una gara vibrante, assai combattuta, con le catanesi bravissime a rimontare l’iniziale svantaggio conseguito al termine del primo quarto di gara con un netto 3 a 0 nel secondo parziale. Decisivo il terzo parziale, nel quale le catanesi prima hanno subito la rimonta delle giallorosse – decisiva in più di un’occasione il portiere rossazzurro Gorlero a mantenere in gara l’Ekipe – per poi riportarsi in vantaggio con la Marletta: rete pesantissima, giunta proprio nel momento più difficile della gara. Nel quarto e definitivo quarto sono arrivate le reti della ‘sicurezza’ firmate dalla Bianconi e da una staffilata della Ioannou. Sei a tre finale e seconda stella cucita sulla calottina di un Orizzonte Catania che ritorna nuovamente sul tetto d’Italia.




Il tabellino della gara:

Ekipe Orizzonte: Gorlero, Ioannou 2, Garibotti 1, Bianconi 1, Aiello, Spampinato, Palmieri, Marletta 1, Van Der Sloot 1, Koolhaas, Riccioli, Santapaola, Condorelli. All. Miceli.

SIS Roma: Sparano, Tabani, Galardi 2, Tori, Motta, Tankeeva, Picozzi, Sinigaglia, Nardini, Di Claudio, Chiappini 1, Fournier, Brandimarte. All. Capanna.

Arbitri: Ferrari e Peris (Cro).

Note: parziali 0-1, 3-0, 1-2, 2-0. Uscite per limite di falli Tabani (R) a 1'59 e Koolhaas (E) a 4'13 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Ekipe Orizzonte 3/9, SIS Roma 0/8. Ammonito per proteste il tecnico Capanna (R) a 3'08 del terzo tempo. Spettatori 1400 circa. Prima dell'inizio della gara l'assessore allo sport del Comune di Catania, nonché presidente della FIN Sicilia, Sergio Parisi ha consegnato alla signora Graziella, accompagnata dalle figlie di Mauro Maugeri Marta e Nicoletta, una targa per ricordare l'amico e tecnico catanese che ci ha lasciati il 30 novembre 2017.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Sport