Palermo, altro pari: niente A diretta

Palermo, altro pari: niente A diretta

Tutto finisce per concludersi nel modo più amaro, con un Palermo capace di pareggiare anche la quindicesima gara della sua stagione, ma al quale non sarebbe servita neanche la vittoria. I rosa di Delio Rossi non riescono ad andare oltre il 2-2 contro il Cittadella, facendosi rimontare un doppio vantaggio davanti ad un ‘Barbera’ disilluso dalla speranza di tornare a far festa. In Serie A ci sale il Lecce vincente in casa con lo Spezia, prendendosi quel pass diretto per la massima serie che per larga parte della stagione è sembrato il destino dei rosanero.

Rimpianti su rimpianti per una squadra che ha vissuto due-tre stagioni in una: cambi di proprietà, penalizzazioni sfiorate, stipendi ricevuti all’ultimo secondo e, in campo, cambi di allenatori e tante, davvero tante occasioni sprecate. L’uno-due mortifero inferto poco dopo il 20’ al Cittadella aveva fatto esplodere il ‘Barbera’ come ai tempi d’oro, poi la luce che si è nuovamente spenta, complice anche il risultato saldo del Lecce al ‘Via del Mare’.

Un gioco di destini, questo finale di stagione per i siciliani: quel destino che i rosa non sono riusciti a poter avere nelle loro mani in questi ultimi 90’ di stagione regolare, un destino che fosse anche arrivata la promozione, non avrebbe potuto permettere ad una città di festeggiare pienamente, con la spada di Damocle della radiazione così come chiesta dalla Procura Federale. Ufficialmente saranno play-off, ma non è un destino in mano al Palermo.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio