Palermo, si torna a sorridere: 2-1 al Lecce

Palermo, si torna a sorridere: 2-1 al Lecce

Era una partita da non fallire, di fondamentale importanza: il Palermo, con modulo e alcuni interpreti differenti rispetto alla disfatta di Crotone, centra l'appuntamento con i tre punti vincendo lo scontro d'alta classifica con il Lecce.

Davanti a circa diecimila spettatori, con un ambiente più tiepido dopo il ko in terra calabra e le notizie societarie non ancora del tutto confortanti, i rosanero reagiscono e si riportano così in zona promozione diretta, aspettando il posticipo del Benevento, a -2 dalla capolista Brescia (sconfitta dal Cittadella).

Trajkovski pesca subito in avvio il diagonale vincente indirizzando la partita in favore del Palermo sin dai primi minuti, prima dell'intervallo Brignoli conserva il vantaggio che la squadra rosanero è riuscita a mantenere contenendo bene gli ospiti allenati da Liverani. Gli uomini di Stellone sanno soffrire e, in apertura di ripresa, raddoppiano con la bella rete di Puscas: pregevole il velo di Chochev, che rifinisce l'azione senza toccare il pallone smarcando l'attaccante in posizione favorevole per trovare la giocata vincente. Se davanti si crea, dietro si controllano le occasioni del Lecce con relativa tranquillità. Tutto ciò che era mancato a Crotone si è rivisto tra le mura amiche: determinazione e cattiveria agonistica, trame di gioco e buone iniziative dei singoli. Scacciati via i fantasmi che si erano riproposti martedì. In pieno recupero è ininfluente la gran rete di Tabanelli con tiro al volo ad incrociare per il 2-1 finale.

Lunedì 11 a Venezia l'occasione per confermare quanto di buono fatto in un sabato pomeriggio che con un colpo di spugna ha cancellato la disastrosa prestazione del precedente turno infrasettimanale e ha riconsegnato sorrisi a tutti quanti: sul campo, il Palermo c'è (di nuovo) e le altre pretendenti alla promozione sono avvisate.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Calcio