Donne, quante sono quelle al potere in Italia?

Nel Parlamento italiano siedono 191 donne (20,2%) su 945 rappresentanti: 133 alla Camera (21,%) e 58 al Senato (18,4%).
Nel Governo italiano sono presenti 11 donne (16,9%) su 65 tra ministri e sottosegretari, di cui 2 con portafoglio, 3 senza portafoglio e 6 sottosegretari.

E' un dato del report inviato dal Partito Democratico, secondo cui 'l’Italia è ben lontana dai maggiori Paesi europei dove si supera il 35%'

Pubblichiamo il resto dei numeri:

LE DONNE NELLE ISTITUZIONI COMUNITARIE
La Commissione europea con le sue 9 componenti rappresenta un terzo dell’interno organismo. Al Parlamento europeo le donne raggiungono il 35%, ma l’Italia resta sempre uno dei paesi meno rappresentati al femminile con 16 “seggi rosa” su 72 (22,2%).
Certo, attualmente, resta inimmaginabile l’esempio della Svezia, dove non solo, per legge, le donne sono presenti al 50% in tutte le istituzioni e non solo, ma addirittura si comincia a parlare di “limite penalizzante” proprio per loro, considerato il grado di preparazione e capacità che hanno raggiunto.

LA NOSTRA REGIONE
La Regione Sicilia ha solo 4 rappresentanti donne. Un Assessore regionale, Caterina Chinnici, e tre deputate regionali: Giulia Adamo (Sicilia), Concetta Raia (PD), Marianna Caronia (Misto), con una percentuale inferiore al 4% che relega la Sicilia all’ultimo posto in Italia per presenze femminili nelle istituzioni regionali, insieme alla Calabria.
Non va meglio negli enti locali.

Nelle nove istituzioni provinciali siciliane le donne raggiungono appena il 5,9%, lontano dalla pur bassa media nazionale che è del 14,1%. Nei 43 comuni dell’isola sopra i 25mila abitanti, la presenza femminile è dell’8,2% rispetto al 17,2% nazionale (solo due le donne sindaco, a Misterbianco e Giarre).

In particolare, nelle giunte provinciali le donne sono l’11,7% mentre nei consigli raggiungono a malapena il 4,29%. Nelle giunte comunali la percentuale si attesta al 14% e nei civici consessi arriva all’11,39%.

Il Pd vanta poi la maggior presenza del numero di donne all'interno del partito. "In una regione governata in massima parte da coalizioni di centrodestra (tutte le province, 8 comuni capoluogo su 9 e la maggior parte dei comuni sopra i 25mila abitanti), - si legge nel comunicato - il Partito Democratico resta quello che riesce a garantire la maggiore rappresentatività delle donne. Dai dati relativi ai consigli comunali, infatti le consigliere del Partito Democratico sono 17, quelle del PDL 20, 11 quelle dell’MPA e 5 dell’UDC. Da questo calcolo restano escluse le elette in liste civiche. Dai dati sui consigli provinciali le rappresentanti del Partito Democratico sono 5, quelle del PDL 2, 2 quelle dell’MPA, Italia dei Valori 2, 1 dell’UDC. A questo calcolo si aggiunge 1 consigliera eletta a Caltanissetta in una lista civica. Ciò, nonostante le siciliane avvertano, ormai da tempo, il desiderio e l’esigenza di entrare in politica"

Un’indagine ISTAT del 2005 aveva rilevato che, nonostante siano le grandi escluse dalla politica, il 66,2% delle donne siciliane (la percentuale più alta d’Italia) vorrebbe una presenza femminile maggiore e chiede, sempre secondo lo stesso studio, le stesse possibilità degli uomini

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica