(SiciliaToday.Net)

Rugby, Totò Trovato: “la mia rivincita”


Se l’Amatori Catania primeggia nel girone 4 del campionato nazionale di Serie B, il merito è anche suo: parliamo di Salvatore Trovato, conosciuto nell’ambiente rugbystico come Totò, chiamato “Professore” dai tantissimi atleti che lui stesso ha lanciato nel mondo della palle ovale, curando la loro crescita dal primissimo contatto con il terreno da gioco, fino alle soglie della prima squadra. Per lui che ha, da sempre, curato il settore giovanile, quest’anno l’avventura è altrettanto bella e stimolante: allenare la prima squadra biancorossa e riportarla in serie A, seguendo le orme di un progetto già avviato negli anni scorsi e che dovrà trovare costanza lungo quest’anno e in quelli a venire. “L’obiettivo della società è quello di ridare l’Amatori Catania in mano ai catanesi, come era un tempo. Giocatori etnei motivatissimi e di altissimo livello che si facevano rispettare in tutti i campi d’Italia.” Queste le parole del Professore, che prosegue: “Sono felicissimo del ruolo che quest’anno mi è stato dato dalla società; allenare la prima squadra infarcita di tanti, tantissimi, giovani che sono cresciuti nel nostro settore giovanile è motivo d’orgoglio. E’, infatti, anche grazie al loro professionale comportamento, che possiamo guardare tutti dall’alto ed annoverare una sola sconfitta all’attivo, quella rimediata contro il Segni, dovuta alle condizioni infime del campo da gioco, con il fango che arrivava alle caviglie dei nostri giocatori limitandone il grossissimo potenziale tecnico. Però, nonostante questa sconfitta, stiamo seguendo a pieno la tabella di marcia che ci eravamo finora prefissati: rispetto alla prima parte della stagione siamo, poi, cresciuti sia come gioco che come forma fisica anche grazie all’ottimo lavoro che sta svolgendo Raffaele Marino in vista del difficile finale di campionato contro Fiamme Oro e Frascati. L’obiettivo comunque, più a breve termine, resta l’impegno con la Capitolina che si giocherà, purtroppo, soltanto il 5 Aprile e se consideriamo la mancata gara contro il Sele (per non arrivo dei campani n.d.c.) ci presenteremmo a quell’appuntamento con quasi 50 giorni di inattività. E’ per questo motivo che stiamo cercando di organizzare un test amichevole da effettuare in questo periodo, per non perdere il ritmo gara.”

Ma il ruolo di coach Trovato non si esaurisce solo alla gestione tecnica della prima squadra, importante è stato anche il suo ruolo in merito alla complicata vicenda dei famosi quattro punti della gara con la Capitolina, prima conquistati sul campo, poi tolti dal giudice sportivo ed infine ritornati dallo stesso, che hanno consentito all’Amatori Catania di riprendersi, giustamente, la testa del campionato. “In questa vicenda, la mia soddisfazione è grandissima” continua Trovato, “ci siamo affidati all’IRB e al regolamento italiano dando la giusta interpretazione ai regolamenti che legittimavano le nostre scelte in seno alla prima linea e smentivano quanto poi affermato dal giudice sportivo. E’, anche, una mia rivincita personale nei confronti dei miei detrattori che mi accusavano di sconoscere le fondamentali regole del gioco del rugby. Fortunatamente la situazione si è risolta nel migliore dei modi; adesso il nostro unico obiettivo è quello di rimanere concentrati in vista di un rush finale che ci dovrà vedere protagonisti in campo per ritornare lì dove l’Amatori Catania merita.”

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Sport